Arriva in libreria – il 24 luglio – le poesie di Nicola D’Andrea, i “Paesaggi musicali” che l’autore pugliese descrive in brevi righe. «La scrittura scaturisce sempre da qualcosa – si legge in quarta di copertina -, in particolare dalle esperienze che ogni individuo vive. Ciascuno di noi, nel suo percorso esperenziale, incontra e incrocia persone, visi, luoghi ed eventi che lasciano il segno. Ognuno di loro porta con sé una storia, come i paesaggi, che sono libri aperti in cui confluiscono odori, colori e suoni. La lingua è paragonabile a un pentagramma, affinché ogni individuo componga la propria melodia. Questo viaggio ideale vuole condurre il lettore attraverso una serie di paesaggi veri, verosimili e familiari mediante il gioco fonico della lingua italiana».

Nicola D’Andrea è laureato in Filologia moderna presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Attualmente è docente di materie letterarie e di sostegno nelle scuole secondarie di primo e secondo grado. Coautore di un libro su Le nicchie di Cerignola (C.M. editore), ha pubblicato un saggio su Eduardo De Filippo per l’Università Nazionale Autonoma del Messico, per la quale è stato professore per la VII edizione delle Giornate internazionali di Studi Italiani (2005). Giornalista pubblicista, collabora con diverse testate giornalistiche e siti web.

LEAVE A REPLY